martedì 22 aprile 2014

Stagione un po' deludente.

Buongiorno a tutti!


Relazione delle due ultime mie uscite.
Fatte un po' nei ritagli di tempo, senza grandi intenti e senza grandi risultati.


Lunedì 21 aprile

Alle 10:30 con il botolo sulle colline al confine con la provincia di Firenze.
Dapprima qualche Prugnolo discreto, di nascita, ma pochi.
Poi un po' di più ma della nascita vecchia, prima disidratati dal tempo asciutto e poi rivivificati dalla pioggia del 19 aprile.
Non male ma niente cenni di ripartenza come speravo.
E d'altronde è logico; la stagione corre verso l'estate e qui siamo in basso, troppo.

Foto:



Questo e il successivo, gli unici Prugnoli di oggi veramente di nascita.


Questa Prugnolaia non la trovavo più da anni; si era spostata dall'altra parte del sentiero!





Molto....abitati.

Fungaia nuova: 3 pezzi!!!


Questa fungaia gialla, ricoperta adesso dai semi di olmo, butta imperterrita dal 27 febbraio.

Tutti quelli che seguono sono suoi: 27 pezzi, un po' patiti per la siccità.

Ne ha dati diversi tutte le volte che l'ho visitata, sempre!

All'inizio cose da pazzi. Però anche ora...


Evidenti segni della siccità dei giorni scorsi.


Per la verità questi altri 7 (più 2 che non fotografato) fanno parte di una fungaia bianca.

Che inizia dove finisce quella precedente (a neanche un palmo), seguendo la stessa linea. Ne ho già parlato in un altro Post. Sembrebbe  una fungaia unica che per qualche ragione (composizione del terreno, esposizione o altro) cambia di colore e periodo di fioritura (la parte bianca è molto tardiva)



Martedì 22 aprile

Stamani avevo tempo libero e così sono andato a vedere com'è la situazione in altura.
Il botolo, come sospettavo, si è rifiutato di venire e così sono partito da solo (chi fa da sé, fa per tre).
Prima fermata a Vallombrosa in un posto che l'anno scorso mi ha dato una cinquantina di Spugnole: neanche il segno, si vede che questa non è l'annata (non ne ho ancora viste una e ormai penso che non le vedrò più, per quest'anno).
Ho fatto tutto il mio solito giro in un ambiente che va dai 700 ai mille metri ed il risultato è stato discreto, anche se non all'altezza delle mie aspettative.
Soprattutto perché là ultimamente non c'è piovuto quasi per niente.
Al contrario del fondo valle dove ha fatto temporali e piovaschi fortissimi.
Già lo sapevo dai dati che il S.I.R. pubblica online (il 19/4 pochissimi millimetri e ieri pomeriggio neanche uno) però mi illudevo di trovare il terreno in condizioni di umidità migliori.

Così Prugnoli tanti ma che non riescono a diventare grossi.
Si fermano a metà con i gambini allungati e i cappelli parecchio asciutti, qualcuno addirittura screpolato.
Le fungaie nell'erba li hanno un po' meglio, perché ci si forma la rugiada di notte.
Nelle macchie e sotto gli alberi invece vengono piccoli, senza forza.
Peccato perché come numero sarebbero stati un'enormità ma il peso non era per niente adeguato.
Ormai è andata così, presumo.
Speriamo che prima o poi faccia un bell'acquazzone (lassù) per dare il via ai Porcini.

Le foto di oggi:
  


Tutta roba asciutta.



Tanti ma non sviluppati bene.


Un po' meglio nell'erba.

Sotto querce e pioppi, asciutti.



Sotto Prugnolo. Continuano a ripeterti che il cinghiale mangia i funghi. Questo non l'aveva capito. Così li ha buttati all'aria.

Il resto della Prugnolaia (sotto Prunus spinosa).

Nel paleo, in mezzo alla pista forestale.



Non me ne ero accorto ma qui ci si è intrufolato il laccetto della fotocamera.

Gli unici venuti veramente bene.


Margine del cappello schiantato dalla siccità.


Sotto pioppi.

Sotto pino nero.
 

Un cordiale saluto a tutti!



venerdì 18 aprile 2014

Tramontana!

Buongiorno a tutti!

Ieri pomeriggio ho buttato giù il seguente Post e poi l'ho pubblicato.
Almeno così pensavo perché adesso, riaprendo il Blog, mi accorgo che è rimasto lì come "bozza".
Mi scuso quindi (c'erano gli auguri per la Santa Pasqua e così adesso arrivo buon ultimo) con tutti voi e vi faccio di nuovo

tanti tanti cordiali Auguri!


Inizia il Post del distratto.


Buona sera a tutti!


Ieri pomeriggio, in preda ad un raptus irrefrenabile, ho deciso di andare a dare un'occhiata alle mie vecchie Prugnolaie qua dintorno.
Così ho imbarcato il botolo e sono partito in quarta per le colline.
Temperatura bassissima (ma stamani mattina lo era ancor di più, qua nel piano +1°C!) e un vento di tramontana fortissimo e ghiaccio come la lama di un rasoio.
Tanto che ho dovuto imbacuccarmi come quando vado a Dormienti di gennaio.
Camillo, essendo basso, se ne fregava altamente(!) al riparo della vegetazione del sottobosco.
E, incredibile a dirsi, qualche fungaia aveva ributtato!
Anche dei bei funghi, non tantissimi però.
Quest'anno siamo a tre nascite, al basso, e devo dire che mi era capitato solo un'altra volta, quasi vent'anni fa.
Ma quello che è notevole è che, affiancati a funghi avvizzitti per il ventaccio maledetto, c'erano protetti dallo spesso strato di foglie secche degli esemplari di forza, bellissimi anche se non eccessivamente grossi.
Adesso, dal momento che la tramontana non molla un attimo da tre giorni, penso sia inutile ritornarci.
A meno che...
...se, come ci stanno dicendo da giorni, il periodo pasquale sarà fortemente piovoso, non ci sia poi una quarta buttata.
Ma sarebbe veramente il colmo.
Comunque, se arriveranno queste benedette piogge, andrò a ricontrollare.
Così, tanto per rendermi conto di come sono andate le cose.

Intanto ecco le foto di ieri:





Giovanissimi, sotto aghifoglia.

Asciutti per il vento.



Disidratati.

Però anche bellocci.



Questi erano stupendi.

Tutta la compagnia.


Questo era quasi "sprugnolato".

Di forza.

Anche questo.

Affogati nei semi (acero campestre?).

E un po' asciutti.



Per il momento, stante anche il tempaccio avverso, non credo che tornerò nel bosco prima dell'inizio della prossima settimana.
Anche perché ho diverse cose da fare.
Quindi colgo l'occasione per fare a tutti i migliori e più cordiali



Auguri di Buona Pasqua!

Anche da parte di Tomoko e di Camillo.