martedì 3 maggio 2016

Fine corsa.

Buona sera!

Questa mattina, sollecitato da un amico, sono tornato con lui e Camillino in zona Borselli-Consuma per i Prugnoli.
Dopo tutta la pioggia caduta pensavo che potesse esserci una ripartenza della nascita ma invece sostanzialmente la situazione si è confermata essere quella che avevo vista nei giorni scorsi.
Nella zona bassa (Borselli) ormai si trova quasi tutta roba vecchia, a fine nascita, mentre alzandosi si possono trovare ancora delle belle strisciate di Prugnoli giovani.
Comunque la mattinata era bella, si stava divinamente, non c'era nessuno a turbare la pace del bosco ed il paniere è venuto bello pieno, anche se un po' sciupato da un paio di covate di Prugnoli stravecchi, rimasti lì per mia asinina colpa che non mi ero deciso a controllarne prima le fungaie (un po' fuori mano e parecchio dentro la macchia).
Stamani ho voluto fare tutto e fortunatamente erano ancora buoni da seccare anche se bruttissimi da vedere.
E poi, cosa che non mi era mai capitata, in una fungaia ho trovato un Prugnolo che non ha sviluppato le lamelle e mostra anche la parte inferiore del cappello con la cuticola come sopra.
Ne metto alcune immagini in chiusura.
Per concludere, penso che ormai troverò più poco.
Salvo qualcosa nelle fungaie che stanno ancora buttando verso la Consuma ed altre in cui devo ancora andare ma che ormai non sarebbero più da visitare tanto me le hanno sputtanate i soliti arrivodappertutto che, fruga fruga, non trovano più un tubo neanche loro ma ci si incaponiscono come cignali imbestialiti (facendo accorrere quelli veri che vanno a vedere la ragione di tanto raspìo, peggiorando ancor di più la situazione).
Per questo le lascio da ultimo, perché ormai sono ridotte allo stremo, mentre un tempo erano uno spettacolo solo a vederle.
Ed ora invece fanno male agli occhi ed al cuore.
Vabbè, così va il mondo.
Comunque anche per quest'anno mi accontento.
Per il futuro chi vivrà vedrà (sperando di poter partecipare anch'io).


Ecco le foto, avvertendo che dopo la prima mi deve essere caduta sull'obiettivo dalla vegetazione fradicia una goccia d'acqua sporca e le immagini, tranne quelle fatte a casa quando riscontrato l'inconveniente ho ripulito la lente, sono venute con una zona nebulosa in alto al centro che comunque le lascia abbastanza leggibili:



In basso, verso Borselli.

Ed ecco la macchia.

Un po' antipatica.



Fungaia extravecchia.


Dentro il macchione.


Nel paleo sul margine del bosco.


Agli abeti rossi.


Sotto Douglas.

Prugnolaia "automobilistica". La si controlla dalla strada (bianca) senza scendere dalla macchina.

Poi, se si vedono, si va a prenderli.

Stamani ne abbiamo presi 41 e lasciati una dozzina, ma sta ncora buttando.


Paniere obnubilato.


Prugnolo senza imenio.


Qui con fratello che mostra invece lamelle strettissime.

Buffo.

La mia parte.





 Un cordiale saluto a tutti!

giovedì 28 aprile 2016

Detto fatto.

Buongiorno!

Ieri avevo detto che contavo di andare nei prossimi giorni a controllare la situazione dei Prugnoli in altura, che finora non mi era sembrata un granché.
Così oggi, viste le previsioni di maltempo alle porte, ho preso e mi sono tolto il dente.
E devo dire che non è andata male.
Ho fatto il paniere pieno di roba discreta.
Soprattutto dove finora non avevo trovato nulla.
Comunque da quello che ho visto non c'è una grande nascita e dove li avevo già presi non hanno rifatto.
E anche quelli che avevo lasciato sono rimasti lì mostrando segni di mancanza di forza, nonostante il terreno bello fradicio (adesso).
Solo nelle fungaie con l'erba o sotto i pini ho trovato roba abbastanza fresca e che dava segni di voler crescere (forse bisognerebbe andare al paleo, che io però aborro).
A metà mattinata ha cominciato anche a pioviscolare (al ritorno, in pianura ho poi trovato la pioggia) e tutto farebbe sperare nel futuro.
Non proprio tutto perché, come ho detto, loro, i Prugnoli, non danno grandi segni di voler fare baldoria.
Speriamo bene.
Altrimenti fra un paio di settimane si potrà, forse, cambiare target se comincerà a spuntare, come è sperabile, qualche capoccione rosso.
Chissà.

Intanto ecco le foto di stamani:



Lasciati e non cresciuti.

O poco.


Questi un po' meglio.

Notare le areolature da secco, poi riprese con l'umidità.

Stessa fungaia.


Sotto pioppi.


Al rovo.

Anche qui, un po' secchi.


Meglio dove c'è l'erba.




Grossi e appressati.


Questi erano proprio belli.

Rovi ed edera.


Sotto Douglas. Potenti.

E sotto pino nero.

Massicci anche questi.


A casa.







Un cordiale saluto a tutti!